Autor: Massimiliano Livi

Life is Now…

Una riflessione generazionale sul calo demografico italiano Perché l’Italia è un paese che fa sempre meno figli? Sulle pagine del @Corriere Antonio Scurati tenta una risposta generazionale a questa domanda. In maniera convincente da...

Stat crux dum volvitur orbis? Ovvero: dove vanno i cattolici italiani?

Dopo un’eclissi graduale iniziata nel 2011, i cattolici sono scomparsi dalla scena politica naturalmente non come individui (lo stesso Conte del resto si professa cattolico) ma come insieme di soggetti collettivi. Ed è questo per me forse l’elemento di maggior di novità che si è venuto a delineare in questi ultimi, anche in relazione alla “seconda Repubblica”.
Il tempo ci farà capire se ed in che misura sarà più auspicabile una definitiva secolarizzazione della politica italiana, ad esempio attraverso l’ibridazione di PD e M5S, o un ritorno di un cattolicesimo moderato e liberale al “centro” della stessa, che possa depotenziare le derive fondamentaliste cui si assiste da un po’.

Das Erbe der Geschichte und ihre Emotionen

Die Soziologin Nathalie Heinich über “L’émotion patrimoniale” Dieses Interview mit der Soziologin Nathalie Heinich, die wenige Tage nach dem verheerenden Brand in Paris von “La Vie des Idées” veröffentlicht wurde, bietet eine effektive Reflexion...

Die Emojisierung des Politischen

Die Emotionalisierung des Politischen ist bereits seit langem ein politischer Trend. Zu welchen Veränderungen in der Partizipation, in der Konsenskonstruktion und vor allem in der Strukturierung der Organisationsformen des Politischen sie geführt hat, ist...

„Wo es mir gut geht, da ist meine Heimat“

“Wie entsteht ein Gefühl von Heimat? Zwar ist jeder Mensch irgendwo geboren und aufgewachsen, hat sich in einer bestimmten Gemeinschaft entwickelt – aber dieser Ort und die Menschen, die die Entwicklung des Selbst prägen,...

Era meglio quando essere classe media era un’ambizione?

La fluidificazione della classe media (ma anche di quella ex-operaia) nel blob giallobruno (che poi è quello dei gilet gialli in Francia, del trumpismo americano ed in parte dell’AfD tedesca) ha rivelato all’uomo “qualunquemente”[11] non qualificato la possibilità di un suo arrembaggio ai vertici della società non solo rituale o simbolico ma tangibilmente reale. Puoi essere ministro rivendicando di non essere un politico come puoi essere una pop-star sostenendo di non essere un cantante. In fondo Lino Banfi è uno di noi e nel postmoderno chiunque può andare in tangenziale col trattore a comandare. #WATTBA.